2 novembre 2018

Commemoriamo i nostri fratelli defunti, non con la nostalgia di chi li pensa perduti per sempre, ma con la speranza di chi li crede viventi in Cristo, destinati alla risurrezione finale.

L’ETERNO RIPOSO DONA LORO SIGNORE

Commento - Disegno: Stefano Pachì
LA celebrazione in cui ogni anno preghiamo per i fratelli defunti, ci fa toccare con mano la potenza della Risurrezione di Cristo. Con la croce di Cristo, la morte ha subito una trasformazione radicale, perché ogni volta che Gesù parla della sua fine aggiunge che risorgerà. «La morte di Cristo ha conferito alla nostra morte un carattere nuovo. Dio ha convertito la fine in un nuovo inizio, in passaggio alla vita nuova. Noi diventiamo partecipi del rinnovamento della realtà operato da Cristo» dice Romano Guardini, teologo e scrittore (1885-1968). Dobbiamo gettare il nostro cuore oltre il muro della morte certi della Pasqua di Gesù.

Elide Siviero

Preghiera dei fedeli

C- Fratelli e sorelle, oggi è il giorno di vivere la nostra speranza cristiana e di proclamare con fermezza l’articolo del Credo: «Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verrà».

Con fiducia diciamo: In te speriamo, Signore.

1. Padre santo, hai affidato tutto il genere umano al Figlio, nella tua bontà conduci noi tutti alla salvezza, preghiamo:

2. Padre buono, non ci chiami a una pura e semplice sopravvivenza infinita dell’anima, ma all’eterna comunione con te, preghiamo:

3. Padre santo, ti affidiamo tutti coloro che ci hanno preceduto verso la meta di comunione, in pienezza, guidati da Cristo e preceduti da Maria, nostra Madre, preghiamo:

4. Padre buono, in questa Eucaristia ti presentiamo coloro che il mondo mette ai margini: poveri, afflitti, miti, giusti, misericordiosi, puri, operatori di pace, perseguitati, perché tutto si trasformi in gioia eterna, preghiamo:

(Ricordiamo i nomi dei fratelli morti durante l’anno trascorso).

C - Padre, Dio della vita, in Cristo Gesù, vincitore del peccato e della morte, comprendiamo che la fine della nostra esistenza è la vita con te. Per Cristo nostro Signore.

A - Amen

Salmo responsoriale e accompagnamento

Salmo

PROPOSTA PER I CANTI: da Repertorio nazionale, Canti per la Liturgia, ElleDiCi/Cei, Ed. 2009, 5 Ristampa. 

Inizio: Nella sera della vita (601); Nuovi cieli (450).
Salmo responsoriale: Ritornello: Non vi chiamerò più servi (597); da Il canto del salmo responsoriale (ElleDiCi 2011).
Processione offertoriale: Tu, quando verrai (451).
Comunione: Il Signore è il mio pastore (661); Terra promessa (735).
Congedo: Madre del Salvatore (584).

ACCOMPAGNAMENTO
Clicca sull'immagine per ingrandire:

Accompagnamento


Archivio

Vai

La Domenica dal 1997 fino al 2013

Vai