5 gennaio 2020

La lettura del “Prologo” di Giovanni vieta di ridurre il Natale ad una festa dei sentimenti. Quel Bambino che giace nella mangiatoia è la Parola di Dio, è Colui per mezzo del quale tutto è stato fatto. In Lui il Padre rivela i tesori del suo cuore.

VIENE NEL MONDO LA LUCE VERA, SPLENDORE DELLA VERITÀ DI DIO

I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto. E noi, da Natale, siamo entrati in questa lode? La Parola di Dio, oggi, è un meraviglioso aiuto per aprire gli occhi e il cuore al dono che abbiamo ricevuto, per scoprire che il Padre ci ha benedetti con ogni benedizione spirituale nei cieli in Cristo. Se sapessimo il dono di Dio! Già il Libro del Siracide ci faceva contemplare la Sapienza che percorreva tutto il creato cercando dove dimorare; e Dio le fece piantare la tenda in Israele. Davvero, quanta sapienza, quanta luce nel Primo Testamento! Ma quando il Verbo si fece carne, fu il dono oltre ogni dono. Per mezzo del divino Bambino vennero la grazia e la verità. Oggi bisogna permettere al Bambino di farci grazia e di insegnarci la Verità. Quanti santi si sono lasciati ammaestrare da Gesù Bambino! È lui la luce vera, quella che illumina ogni uomo. Quando l’arroganza contemporanea vuole disfarsi di Dio e rubare l’innocenza ai bambini, il Bambino Gesù ci restituisce il volto di Dio e ci fa ritrovare la gioia della purezza. Prendiamolo come Maestro per diventare insieme “santi e immacolati al cospetto di Dio nella carità”!
f. Antoine-Emmanuel, Fraternità Monastica di Gerusalemme, Firenze

«Strenuo ricercatore di verità»

John Henry Newman (1801-1890) è stato un instancabile e appassionato ricercatore della verità: un “Ulisse cristiano” (san Giovanni Paolo II). Nato a Londra, venne ordinato sacerdote anglicano. Da anglicano diede vita al movimento di Oxford, teso ad approfondire la ricerca teologica e a confrontarsi con le sfide della modernità. Nel suo cammino alla ricerca della verità approdò, quarantenne, al cattolicesimo. Aveva scoperto nella Chiesa cattolica la Chiesa di Cristo e aveva deciso di entrarvi nel 1845 con enorme coraggio. Nel 1848 ricevette a Roma l’ordinazione sacerdotale. Nel 1879 fu elevato alla porpora cardinalizia dal papa Leone XIII. Superando le varie forme di razionalismo e di fideismo, giunse a un pensiero che coordinava e legava strettamente fede e ragione. Newman sostiene con vigore “il primato della coscienza”. La coscienza è l’eco della voce di Dio dentro il cuore dell’uomo: tutt’altro che una via della soggettività, è invece una via dell’obbedienza alla verità oggettiva. La sua ricerca fu segnata dal dolore e dalle tribolazioni. Ma in questo cammino travagliato egli confermò la sua fede nel Dio che lo aveva chiamato e che «non fa nulla invano». Anticipando alcune prospettive del Concilio, è stato un punto di riferimento autorevole per la teologia del XX secolo. Newman fu un teologo, un filosofo, un pensatore, un pastore, un apostolo, un profeta. Ma fu, soprattutto, un santo. È stato proclamato beato da papa Benedetto XVI nel 2010 e, successivamente, canonizzato da papa Francesco il 13 ottobre 2019.
Mons. Giuseppe Greco

Preghiera dei fedeli

Fratelli e sorelle, Gesù, il Verbo di Dio, è venuto tra noi per condurci sulla via della verità e della vita. Riconoscenti per questo grande dono della sua misericordia, presentiamo al Padre le nostre suppliche.

Lettore - Preghiamo insieme e diciamo:

Dio della vita, ascoltaci.

1. Per la Chiesa e i suoi ministri, perché fedele immagine della comunione trinitaria, sia sempre voce profetica che annuncia Gesù rivelatore del Padre, preghiamo:

2. Per chi ha responsabilità nella politica, perché si lasci ispirare dalla sapienza di Dio per edificare la società sul fondamento dei valori evangelici, preghiamo:

3. Per chi ancora non conosce Gesù Cristo, perché attraverso la nostra testimonianza si apra a Lui, che è luce e verità per ogni uomo, preghiamo:

4. Per noi che celebriamo l’Eucaristia, perché riconosciamo, viviamo e testimoniamo la nostra dignità di figli di Dio, preghiamo:

Intenzioni della comunità locale.

C - Accogli, o Padre, la preghiera del tuo popolo. Sostieni la nostra fede e donaci un amore ardente per il tuo amato Figlio, Gesù Cristo, che vive e regna nei secoli dei secoli.

A - Amen.

CALENDARIO

6 LU Epifania del Signore (solennità, bianco); S. Carlo da Sezze
7 MA S. San Raimondo di Penyafort; S. Crispino; S. Ciro 8 ME S. Severino del Norico; S. Lorenzo Giustiniani
9 GI S. Marcellino; S. Adriano; S. Fillano
10 VE S. Milziade; S. Gregorio di Nissa; B. Gregorio X
11 SA S. Igino; S. Paolino di Aquileia; B. Bernardino Scammacca
12 DO Battesimo del Signore / A (festa, bianco); dal 13 gennaio: I sett. del Tempo Ordinario (T.O.) - I sett. del Salterio; S. Aelredo di Rievaulx; S. Bernardo da Corleone

Salmo responsoriale e accompagnamento



PROPOSTE PER I CANTI
: da Nella casa del Padre, ElleDiCi, 5 ed.

Inizio: Cantano gli angeli (469); Venite, fedeli (484).
Salmo responsoriale: M° A. Recalcati.
Ritornello: Terra tutta da’ lode a Dio (736).
Processione offertoriale: Signore, fa’ di me (726).
Comunione: Nella notte il sole (481); O tu che dormi, déstati! (482).
Congedo: Vergine del silenzio (595).

Archivio

Vai

La Domenica dal 1997 fino al 2013

Vai