16 dicembre 2018

Il Bambino di Betlemme è il nostro Salvatore e sarà anche il nostro Giudice. Egli da noi si aspetta una testimonianza di fede e di fedeltà al suo messaggio e al suo esempio, secondo gli impegni assunti nel battesimo.

INTERROGAVANO GIOVANNI: «CHE COSA DOBBIAMO FARE?»

Commento - Disegno: Stefano Pachì
È LA DOMENICA della gioia, poiché si avvicina il santo Natale. Il profeta Sofonia (I Lettura) ci esorta a rallegrarci perché il Signore, che nasce dalla vergine Maria, è il Salvatore che ci rinnova con il suo amore. Paolo (II Lettura) ci invita ad essere gioiosi nel Signore, che è sempre vicino a noi, custodendo la nostra vita con la sua pace. Siamo amabili, non angustiamoci per nulla, ma preghiamo presentando al Signore le nostre richieste. Non lasciamoci cadere le braccia, ma cantiamo ed esultiamo perché il Signore è nostra forza e nostro canto.
L’evangelista Luca ci presenta la predicazione di Giovanni Battista (Vangelo), che ci invita a convertirci, a prepararci ad accogliere il Messia, che è la nostra gioia. Egli indica che cosa fare concretamente: condividere i beni con i poveri, praticare la giustizia, rispettare tutti. Mentre Giovanni battezza con acqua, Gesù battezza in Spirito Santo e fuoco per purificare i cuori, bruciando la paglia, cioè le opere del male. Attingiamo con gioia alla sorgente della salvezza, l’Eucaristia, mistero di amore.

Francesco Dell’Orco

CON LE ANTIFONE MAGGIORI

16 dicembre: «Ecco, verrà il Re, Signore della terra, e toglierà il giogo della nostra schiavitù». Gesù Cristo, il Figlio di Dio incarnato è la vera liberazione di chi si pone alla sua sequela. Letture: Genesi 3,1-4; Romani 1,18-26.

17  dicembre: «O Sapienza, che esci dalla bocca dell’Altissimo, ti estendi ai confini del mondo, e tutto disponi con soavità e con forza, vieni, insegnaci la via della saggezza». San Paolo afferma che la Sapienza di Dio si rivela pienamente nel Cristo crocifisso. Letture: Genesi 3,14-20; Romani 5,12-21.

18 dicembre: «O Signore, guida della casa d’Israele, che sei apparso a Mosè nel fuoco del roveto, e sul monte Sinai gli hai dato la legge: vieni a liberarci con braccio potente». L’invocazione trova risposta nelle braccia distese sul legno della croce del Cristo. Letture: Genesi 17,15-23; Romani 4,13-23.

19 dicembre: «O Germoglio di Jesse, che ti innalzi come segno per i popoli: tacciono davanti a te i re della terra, e le nazioni t’invocano: vieni a liberarci, non tardare». L’antifona fa riferimento al quarto canto del Servo di Isaia (Is 53) che la Chiesa ha sempre interpretato come profezia della passione del Cristo. Letture: Deuteronomio 15,13-20; Atti 3,17-26.

20 dicembre: «O Chiave di Davide, scettro della casa d’Israele, che apri, e nessuno può chiudere, chiudi, e nessuno può aprire: vieni, libera l’uomo prigioniero, che giace nelle tenebre e nell’ombra di morte». Siamo liberati dalla prigione e dall’ombra della morte proprio dalla venuta del Cristo. Letture: Isaia 28,14-20; Romani 10,5-11.

21 dicembre: «O Astro che sorgi, splendore della luce eterna, sole di giustizia: vieni, illumina chi giace nelle tenebre e nell’ombra di morte». Tutti i riferimenti dell’antifona riportano alla resurrezione del Cristo. Letture: 1Samuele 2,1-10; Luca 1,26,38.

22 dicembre: «O Re delle genti, atteso da tutte le nazioni, pietra angolare che riunisci i popoli in uno, vieni, e salva l’uomo che hai formato dalla terra». Il Cristo manifesta la sua piena regalità sulla croce dove è proclamato Re. Letture: Isaia 9,1-6; Luca 1,39-45.

23 dicembre: «O Emmanuele, nostro re e legislatore, speranza e salvezza dei popoli: vieni a salvarci, o Signore nostro Dio». Gesù è l’Emmanuele, il Re, il Salvatore, il Signore Dio nostro. Letture: Isaia 7,10-16; Matteo 1,18-25.

24 dicembre: «Quando sorgerà il sole, vedrete il Re dei re: come lo sposo dalla stanza nuziale egli viene dal Padre». Cristo è lo sposo della Chiesa che viene da Lui nutrita con la Parola e i sacramenti. Questa Chiesa siamo tutti noi. Letture: Michea 5,1-5; Luca 2,1-8.

(gc)

Preghiera dei fedeli

C- Fratelli e sorelle, nella certezza che il Signore è vicino, esponiamo a Lui le nostre necessità, sicuri di essere ascoltati.

Preghiamo insieme dicendo: Assemblea - Signore, donaci la gioia di una vera conversione.

1. Per la Chiesa, perché continui la sua missione di annunciare il Vangelo ad ogni uomo, usando il linguaggio della misericordia e la testimonianza nell’amore. Preghiamo:

2. Per i responsabili delle istituzioni civili, perché nel loro impegno a favore del bene comune, sappiano porre in opera azioni concrete per le comunità. Preghiamo:

3. Per le famiglie, perché diventino chiese domestiche testimoniando in modo autentico l’amore coniugale e filiale. Preghiamo:

4. Per la nostra comunità parrocchiale, perché esprima la solidarietà verso i poveri e i bisognosi nelle diverse forme di apostolato. Preghiamo:

Intenzioni della comunità locale.

C - O Padre, accogli la preghiera che ti abbiamo rivolto con cuore umile e fiduciosa speranza. Concedici di riscoprire la vera gioia nel praticare la giustizia e la solidarietà. Per Cristo nostro Signore.

A - Amen

III SETTIMANA DI AVVENTO - 2018

17 L  Feria di Avvento. Venga il tuo regno di giustizia e di pace. Matteo ha bisogno della genealogia davidica di Gesù, per garantire la sua identità di Messia. Gesù, nato verginalmente da Maria per opera dello Spirito Santo, è giuridicamente “figlio di Davide” attraverso Giuseppe, legittimo “sposo di Maria”. S. Giovanni de Matha. Gen 49,2.8-10; Sal 71,1-4ab.7-8.17; Mt 1,1-17.

18 M  Feria di Avvento. Nei suoi giorni fioriranno giustizia e pace. Come richiesto dalla preesistente natura divina di Gesù, Maria lo concepisce verginalmente per opera dello Spirito Santo. La paternità di Giuseppe, “figlio di Davide”, passa attraverso il suo matrimonio con Maria, “sposa di Giuseppe”. S. Gaziano. Ger 23,5-8; Sal 71,1-2.12-13.18-19; Mt 1,18-24.

19 M  Feria di Avvento. Canterò senza fine la tua gloria, Signore. Il mistero dell’incarnazione rientra nel progetto di Dio, che parte dalla creazione e si rivela storicamente nella storia dell’Antico Testamento. Luca annuncia la “pienezza del tempo” in un contesto liturgico attraverso un angelo del Signore. S. Anastasio I. Gdc 13,2-7.24-25a; Sal 70,3-6.16-17; Lc 1,5-25.

20 G  Feria di Avvento. Ecco, viene il Signore, re della gloria. Alla solenne annunciazione nel tempio, Luca affianca quella umile dell’incarnazione: un paesino (Nazaret), la casa della vergine sposa di «un uomo della casa di Davide». Ma che annunzio: «Il concepimento miracoloso di Gesù, Figlio dell’Altissimo». S. Liberale di Roma. Is 7,10-14; Sal 23,1-6; Lc 1,26-38.

21 V  Feria di Avvento. Esultate, o giusti, nel Signore; cantate a lui un canto nuovo. La presenza di Gesù inonda il mondo di gioia: Elisabetta è colmata di Spirito Santo; il bambino esulta nel suo grembo; Maria è proclamata “beata”; Giuseppe è confermato nella sua “vocazione”. S. Pietro Canisio. Ct 2,8-14 opp. Sof 3,14-17; Sal 32,2-3.11-12.20-21; Lc 1,39-45.

22 S  Feria di Avvento. Il mio cuore esulta nel Signore, mio Salvatore. Maria “magnifica” il Signore, attribuendo all’Onnipotente tutte le grandi opere operate in lei e per mezzo di lei. È Dio il Salvatore; Maria è solamente l’umile sua serva. Sorgente di tutto è la misericordia divina. S. Francesco Saverio. 1Sam 1,24-28; Cant. 1Sam 2,1.4-8; Lc 1,46-55.

[23 D  IV Domenica di Avvento (S. Giovanni da Kety) Mi 5,1-4; Sal 79,2-3.15-16.18-19; Eb 10,5-10; Lc 1,39-45].

24 L  Messa del mattino. Canterò per sempre l’amore del Signore. Le profezie si sono realizzate con la nascita di Gesù. S. Delfino; S. Irma. 2 Sam 7,5.8b-11.16; Sal 88,2-5.27-29; Lc 1,67-79. (IV settimana).

Tarcisio Stramare, osj

Salmo responsoriale e accompagnamento

Salmo

PROPOSTA PER I CANTI: da Repertorio nazionale, Canti per la Liturgia, ElleDiCi/Cei, Ed. 2009, 5 Ristampa. 

Inizio: O Redentore dell’uomo (454); Si accende una luce (458).
Salmo responsoriale: Ritornello: Ha sete di te, Signore, l’anima mia (416); G. Assandri.
Processione offertoriale: Cristo, splendore del Padre (634).
Comunione: Ti preghiam con viva fede (460); Signore, vieni (459).
Congedo: Vieni e rinasci in noi (462).

ACCOMPAGNAMENTO
Clicca sull'immagine per ingrandire:

Accompagnamento


Archivio

Vai

La Domenica dal 1997 fino al 2013

Vai