15 Gennaio 2023

Giovanni Battista indica ai suoi discepoli Gesù, il Messia, qualificandolo con il titolo di “agnello di Dio”. Egli, infatti, compirà la volontà del Padre, paziente nella sofferenza e innocente nelsacrificarsi per la redenzione dell’umanità.

Gesù rivelatore dell'amore del Padre

commento-15-gennaio

Isaìa, il profeta, ha maturato una certezza fondamentale: la sua missione di “servo” non può essere limitata al solo popolo d’Israele. Jahvè lo renderà «luce delle nazioni» per portare la salvezza «fino all’estremità della terra» (I Lettura). L’ultimo e più grande dei profeti, Giovanni Battista, vede venire Gesù e lo presenta come «l’agnello di Dio, che toglie il peccato del mondo» (Vangelo). Qual è questo peccato? È il rifiuto di riconoscere l’“uomo” Gesù di Nazaret come Messia e Figlio di Dio! È la continua lotta fra le tenebre e la Luce, lotta che segnerà tutto il Vangelo e segna la vita di ogni essere umano, compresa la mia e la tua! Illuminato dall’intimità con Dio, il Battista contempla lo Spirito che, «come una colomba», “discende” e “rimane” su Gesù. La Trinità si fa presente per la prima volta nella storia dell’umanità. Sono ormai cominciati i tempi nuovi: Gesù, che «battezza nello Spirito Santo», porta al mondo intero la pienezza dell’amore di Dio. L’apostolo Paolo (II Lettura) conosce bene questa verità salvifica. Perciò si rivolge a «tutti quelli che in ogni luogo invocano il nome» di Gesù. Quindi si rivolge anche a noi che, con il battesimo, siamo «santi per chiamata»

Padre Giovanni Crisci, frate cappuccino 

«Imparate a fare il bene, cercate la giustizia» (Isaia 1,17)

Quest’anno il tema e i sussidi per la preghiera per l’unità dei cristiani sono stati elaborati dal Consiglio delle Chiese del Minnesota, Stato americano che nella storia ha visto alcune delle peggiori discriminazioni razziali. Il Dicastero per la Promozione dell’Unità dei Cristiani e il Consiglio ecumenico delle chiese hanno fatto proprio questo materiale, il cui testo biblico di riferimento è Isaia 1,17: «Imparate a fare il bene, cercate la giustizia, aiutate gli oppressi, proteggete gli orfani e difendete le vedove», il cui significato è chiarito nel più ampio contesto dei versetti 12-18: una religiosità fatta di culti e sacrifici, ma indifferente a quanti soffrono ingiustizia e oppressione non è una benedizione ma, al contrario, una ferita aperta e un sacrilegio davanti a Dio

VS

Preghiera dei fedeli

C -Il Figlio di Dio prega per noi e in noi. Nel suo nome rivolgiamo al Padre la nostra preghiera:
Lettore - Diciamo insieme:  Custodisci i tuoi figli, Signore!

1. Per la Chiesa, perché rivelando al mondo il nome del Padre, rifugga ogni onore umano e sappia mostrare la gloria della croce del Signore. Preghiamo:

2. Per le autorità civili, perché proteggano i poveri e gli emarginati, soccorrano i deboli e gli svantaggiati, aiutino gli emigrati e i profughi. Preghiamo:

3.Per coloro che sono nel dolore e nel lutto, perché il Mistero pasquale di morte e risurrezione possa dare speranza ai loro cuori. Preghiamo

4.Per la nostra comunità, perché sappia vivere nel mondo senza appartenere alla logica del mondo. Preghiamo:

Intenzioni della comunità locale.

C- O Padre, tu che ascolti la preghiera del tuo Figlio, accogli anche la nostra umile intercessione e donaci di realizzare nel mondo la tua volontà. Per Cristo nostro Signore

A - Amen.

Calendario liturgico: 16-22 Gennaio 2023

16 L Tu sei sacerdote per sempre, Cristo Signore. In un banchetto di matrimonio non si digiuna. Gesù è lo Sposo, i discepoli i suoi amici. Con lui presente non si può digiunare. S. Marcellino I; S. Tiziano; B. Giuseppe A. Tovini. Eb 5,1-10; Sal 109; Mc 2,18-22

 17 M S. Antonio abate (m, bianco). Il Signore si ricorda sempre della sua alleanza. Gesù insegna che ogni legge, anche quella più sacra, è in funzione dell’uomo e non viceversa. S. Roselina; S. Giuliano. Eb 6,10-20; Sal 110; Mc 2,23-28.

18 M Tu sei sacerdote per sempre, Cristo Signore. Gesù, il Dio con noi, guarisce di sabato: egli è venuto ad assumere le nostre infermità. S. Prisca; S. Margherita di Ungheria; B. Beatrice d’Este. Eb 7,1-3.15-17; Sal 109; Mc 3,1-6.

19 G Ecco, Signore, io vengo per fare la tua volontà. Molti cercano Gesù per bisogni materiali, ma egli vuole che lo si riconosca come l'inviato del Padre. S. Germanico; Ss. Mario e c.; S. Bassiano. Eb 7,25–8,6; Sal 39; Mc 3,7-12

20 V Amore e verità s’incontreranno. Gesù salì sul monte con alcuni da lui scelti, costituì i Dodici affidando loro la missione dell'annuncio. S. Fabiano (mf); S. Sebastiano (mf); B. Benedetto Ricasoli. Eb 8,6-13; Sal 84; Mc 3,13-19

 21 S S. Agnese (m, rosso). Ascende Dio tra le acclamazioni. La vita cristiana ci invita a scegliere se seguire Gesù senza riserva o usarlo per i nostri scopi. S. Epifanio; S. Albano Roe. Eb 9,2-3.11-14; Sal 46; Mc 3,20-21.

22 D
III Domenica del T.O. / A. III sett. del Tempo Ordinario / A - III sett. del Salterio. S. Vincenzo; B. Guglielmo G. Chaminade. Is 8,23b - 9,3; Sal 26; 1Cor 1,10-13.17; Mt 4,12-23..

Lucia Giallorenzo

Salmo

salmo-15-gennaio

PROPOSTE PER I CANTI: : da Nella casa del Padre, ElleDiCi, 5a ed.
- Inizio: Tutta la terra canti a te (683); Ti esalto, Dio, mio re (738).
Salmo responsoriale: Ritornello: M° S. Militello; oppure: O Signore, nostro Dio (84).
Processione offertoriale: Molte le spighe (679).
Comunione: Lo Spirito di Dio (559); Quando venne la sua ora (704).
Congedo: Madre del Salvatore (584).

Sussidio Musicale Digitale in omaggio con La Domenica

Archivio

Vai